Bonus Verde e Ecobonus

Legge di Bilancio proroga bonus verde 2019: Bonus verde proroga in Legge di Bilancio 2019: il bonus verde è una agevolazione istituita con la scorsa legge di stabilità ed ora rinnovata per un altro anno che prevede unadetrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per effettuare:

  • sistemazione del verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Bonus verde 2019 come funziona:

  • Il bonus verde 2019 spetta fino al 31 dicembre 2019 per un importo massimo di spesa pari a 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, ivi comprese le eventuali spese di progettazione e manutenzione relative all’esecuzione degli interventi. Per cui si parla di una detrazione massima di 1.800 euro ad immobile.
  • Il pagamento delle spese deve essere effettuato con qualsiasi mezzo che ne garantisca la tracciabilità, per cui ad esempio bonifico bancario o postale

Ecobonus 2019 proroga in Legge di Bilancio:
Proroga Ecobonus 2019 in Legge di Bilancio: è ormai confermata la proroga Ecobonus 2019 con le stesse modalità e regole applicate quest'anno.
Infatti già dal 2018, l'Ecobonus ha subito delle variazioni per quanto riguarda alcuni tipi di intervento che sono passati da una detrazione del 65% al 50%.

Ecobonus 2019 quali sono le detrazioni?
Ecobonus 2019 all 50%:

  • Bonus caldaia: la detrazione che spetta varia dallo 0% al 50% e al 65% in base al tipo di prestazioni della caldaia acquistata. Se la caldaia è di classe A e dotata di valvole di termoregolazione, la detrazione è al 65%, se è senza valvole è pari al 50% se è inferiore alla classe A, non spetta alcuno sconto.
  • Bonus zanzariere e tende anti-insetto se dotate di schermature solari è pari al 50%;
  • Bonus tende da sole e bonus tende da interni: detrazione IRPEF pari al 50%.
  • Bonus finestre ed infissi: agevolabile sia con l'Ecobonus che con il bonus ristrutturazioni. In entrambi i casi la detrazione delle spese è al 50%.

Eccobonuss 2019 all 65%:

  • interventi di coibentazione dell’involucro opaco;
  • Ecobonus domotica;
  • pompe di calore;
  • collettori solari per produzione di acqua calda;
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro.

Ecobonus condomini all 70 o all’’85%: leggi bonus condomini.

Ecobonus 2019 limiti di spesa:

  • 100.000 euro per gli interventi di riqualificazione energetica;
  • 60.000 euro per gli interventi sull’involucro dell’edificio;
  • 30.000 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, ovvero installazione di impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia;
  • 60.000 euro per l’installazione di pannelli solari.

Ecobonus 2019 come pagare e documenti:
Affinché la detrazione Ecobonus possa essere fruita occorre che il contribuente:

  • effettui il pagamento delle spese tramite bonifico parlante, bonifico bancario o postale sul quale siano indicati: causale, codice fiscale di chi beneficia della detrazione, il numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto beneficiario del bonifico.
  • asseverazione di un tecnico abilitato o dichiarazione resa dal direttore dei lavori;
  • certificazione energetica dell’immobile fornito dalla Regione o dall’Ente locale o attestato di qualificazione energetica predisposto da un professionista abilitato.
  • invio della comunicazione ENEA Ecobonus entro 90 giorni dal termine dei lavori.

Fonte: Alessandra Losito (GUIDAFISCO.IT)